Mini menu

L’associazione

L’Associazione CAF nasce nel 1979 come primo Centro in Italia dedicato all’accoglienza, alla terapia e allo studio del maltrattamento infantile e dell’abuso sui minori. È un luogo innovativo nel quale accogliere e curare in maniera specifica e professionale bambini e ragazzi di età compresa tra 3 e i 18 anni, allontanati dal proprio nucleo familiare per decreto del Tribunale dei Minorenni, a causa di traumi e ferite relazionali profonde. Nel tempo, accanto al lavoro con i minori e in risposta ai bisogni del territorio, l’Associazione ha sviluppato anche servizi di prevenzione dell’abuso e del maltrattamento infantile e interventi di supporto alle famiglie dei minori accolti e alle famiglie affidatarie. Dalla sua fondazione ad oggi, l’Associazione CAF ha accolto e curato oltre 1.000 minori e offerto un importante sostegno a tante famiglie in crisi.

www.caf-onlus.org

Il progetto "Accoglienza e cura minori dai 3 ai 12 anni"

Nelle Comunità Residenziali dell’Associazione CAF l’atmosfera è familiare e scandita da regole quotidiane utili ai bambini e ai ragazzi accolti per ritrovare punti di riferimento, equilibrio e serenità dopo l’allontanamento dalla famiglia. Un’equipe di professionisti indirizza il lavoro educativo a partire da una conoscenza completa di ogni singolo minore e della sua storia personale e famigliare per dare senso ai comportamenti, ai pensieri e alle emozioni. L’obiettivo è aiutare questi bambini a ricostruire la fiducia in se stessi e negli adulti, e a recuperare un progetto di vita concreto e praticabile rispetto al futuro. Un ruolo chiave in questo delicato processo è rivestito dall’attività di sostegno psicologico, che opera quotidianamente in sinergia con il modello educativo per supportare non solo i bambini accolti, ma anche le loro fragili famiglie.

Come fare?

Se sei un cliente Fineco accedi alla tua area riservata e dona con un clic. Anche chi non ha un conto Fineco può donare con un bonifico. Ognuno può contribuire in prima persona.

Dona con un bonifico

Intestatario: Associazione CAF Onlus

C/C: UBI BANCA - Milano

IBAN: IT53C0311101665000000007766

BIC/SWIFT: BLOPIT22

Codice fiscale: 97010160154

Causale: Donazione - Natale con Fineco

Dona con Fineco. Sarà un regalo che conta davvero.

Fineco desidera informare i propri Clienti residenti o aventi sede legale e/o operativa in uno dei comuni interessati dagli eventi calamitosi del 26 Dicembre 2018 che hanno colpito il territorio dei Comuni di Aci Bonaccorsi, Milo, Trecastagni, Aci Catena, Aci Sant’Antonio, Acireale, Santa Venerina, Viagrande e Zafferana Etnea, in provincia di Catania, della facoltà di richiedere la sospensione del pagamento delle rate dei mutui ipotecari relativi a edifici distrutti o inagibili anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolta negli stessi edifici.
L’iniziativa prevede che il Cliente che si trovi in condizione di difficoltà per i danni subiti dall’immobile, ferma restando la regolarità del piano dei pagamenti, possa richiedere la sospensione del pagamento delle rate dei mutui (quote capitale e quote interesse) fino alla ricostruzione, all’agibilità o all’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza.
La domanda di sospensione dovrà essere presentata entro il 15 Febbraio 2019 e dovrà essere assistita da un’autocertificazione che attesti il danno subito dall’immobile per cui si richiede l’attivazione della sospensiva, resa ai sensi del D.P.R. 28.12.2000, n. 445.

La sospensione non costituisce in alcun modo novazione del contratto di mutuo e resta ferma ogni altra modalità, patto, condizione e garanzia di cui al contratto di mutuo, con particolare riferimento alla garanzia ipotecaria. Resta inteso che, nel periodo di sospensione, non si procederà con alcuna segnalazione alle Banche Dati relativa alle rate sospese.
Le rate sospese inizieranno a decorrere al termine del periodo di ammortamento originariamente previsto dal finanziamento, mantenendo la loro attuale periodicità. Il piano di ammortamento si allungherà dunque di un periodo pari a quello per cui si è interrotto.
L’esercizio sarà gratuito e non oneroso, ovvero non saranno addebitati interessi maturati durante il periodo di sospensione. Inoltre potrà essere revocata dal mutuatario in qualsiasi momento.
Per maggiori informazioni nonché per richiedere la sospensione delle rate, è possibile contattare il Customer Care.