Mini menu
A testimonianza dell’attenzione verso la propria Clientela, FinecoBank ha deciso d’intraprendere un’azione a favore dei Clienti danneggiati dal crollo del Ponte Morandi a Genova il 14 agosto 2018, titolari di mutui ipotecari relativi a edifici resi inagibili anche parzialmente, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica svolta negli stessi edifici.
L’iniziativa prevede che il Cliente che si trovi in condizione di difficoltà per i danni subiti dall’immobile, ferma restando la regolarità del piano dei pagamenti, possa richiedere la sospensione del pagamento delle rate dei mutui (quote capitale e quote interesse) per 12 mesi dalla data di presentazione della richiesta.
La domanda di sospensione dovrà essere presentata entro il 15 Ottobre 2018 e dovrà essere assistita da un’autocertificazione che attesti il danno subito.
La sospensione non costituisce in alcun modo novazione del contratto di mutuo e resta ferma ogni altra modalità, patto, condizione e garanzia di cui al contratto di mutuo, con particolare riferimento alla garanzia ipotecaria.
Resta inteso che, nel periodo di sospensione, non si procederà con alcuna segnalazione di insoluto alle Banche Dati relativa alle rate sospese.
Le rate sospese inizieranno a decorrere al termine del periodo di ammortamento originariamente previsto dal finanziamento, mantenendo la loro attuale periodicità.
L’esercizio sarà gratuito e non oneroso, ovvero non saranno addebitati interessi maturati durante il periodo di sospensione.
Per maggiori informazioni nonché per richiedere la sospensione delle rate, è possibile contattare il Customer Care.