Vai alla homepage Organismo di Vigilanza Stampa

Con delibera del 15 dicembre 2005, il Consiglio di Amministrazione ha affidato il presidio delle attività oggetto della tutela prevista dal d.lgs. 231/01 ad uno specifico organismo denominato "Organismo di Vigilanza ai sensi dell'art. 6 del d.lgs. 231/2001", definendone la composizione e la pertinente individuazione delle attività di competenza.

L'Organismo di Vigilanza è composto dai Signori:

La durata in carica dei membri dell'Organismo coincide con quella del Consiglio di Amministrazione che l'ha nominato e i suoi membri possono essere rieletti. La Segreteria dell'Organismo è affidata alla funzione Compliance.

Conformemente al disposto dell'art. 6 del d.lgs. 231/2001, all'Organismo di Vigilanza sono attribuiti i poteri necessari per una puntuale ed efficiente vigilanza sul funzionamento e sull'osservanza del Modello di Organizzazione e di Gestione. Parte integrante del Modello è il Codice Etico ai sensi del D. Lgs. 231/2001, documento che contiene le disposizioni volte a garantire che i comportamenti dei soggetti destinatari siano sempre ispirati a criteri di correttezza, collaborazione, lealtà, trasparenza e reciproco rispetto, nonché ad evitare che vengano poste in essere condotte idonee ad integrare le fattispecie di reato e illeciti amministrativi inclusi nell'elenco del d.lgs. 231/01.

Nello svolgimento dei compiti previsti dal d.lgs. 231/2001, l'Organismo di Vigilanza può interloquire direttamente con gli Organi amministrativi di FinecoBank S.p.A., con il Collegio Sindacale nonché con tutte le unità organizzative della società al fine di ottenere informazioni o dati ritenuti necessari all'espletamento della propria attività.

E' attivo l'indirizzo di posta elettronica organismodivigilanza231@finecobank.com, cui far confluire eventuali segnalazioni all'Organismo di Vigilanza 231 di FinecoBank S.p.A. di comportamenti contrari ai principi di cui al d.lgs. 231/2001.

Si segnala che il suddetto indirizzo è dedicato esclusivamente alle segnalazioni di propria competenza e che pertanto l'Organismo di Vigilanza non prenderà in esame i reclami della clientela, per le cui modalità di trasmissione alla Banca si rinvia all'apposita sezione del sito.

Nel messaggio dovranno essere forniti tutti gli elementi di identificazione del soggetto segnalante (nome, cognome, indirizzo), per consentire all'Organismo di effettuare eventuali comunicazioni/risposte al segnalante stesso.